Verniciatura a polvere: la tecnica e le applicazioni di utilizzo

La verniciatura a polvere è un metodo di verniciatura utilizzato soprattutto per oggetti e superfici in materiale metallico, in quanto permette non solo di migliorarne notevolmente la resa estetica, ma anche di preservarne a lungo la durata e la resistenza.

Si tratta ovviamente di una tecnica complessa, o meglio, di una procedura che si svolge in più fasi, il cui fine è quello di rendere un oggetto o un manufatto esteticamente più gradevole, aumentandone al contempo la resistenza all’usura e agli agenti esterni, quali possono essere umidità, intemperie e processi di ossidazione.

Come avviene la verniciatura a polvere

La verniciatura a polvere, diversamente dalle altre tecniche di verniciatura, viene effettuata a secco, utilizzando speciali polveri colorate, che vengono applicate sull’oggetto in questione tramite una macchina specifica, nota con il nome di pistola elettrostatica.

L’effetto elettrostatico creato dalla macchina permette la perfetta adesione delle polveri colorate, ottenendo una superficie, esattamente come avviene con una vernice tradizionale.

Le doti di resistenza e lunga durata di questo trattamento dipendono in gran parte dal tipo di superficie: nella maggior parte dei casi è necessaria una fase di pre-trattamento utile ad evitare spiacevoli difetti, come la formazione di bolle e il distacco dello strato di vernice.

Se applicata correttamente, la vernice in polvere offre come risultato una perfetta finitura e una superficie omogenea e priva di irregolarità, in grado di sopportare bene eventi atmosferici e raggi UV.

Quali sono i vantaggi della verniciatura a polvere

Come si è detto, i vantaggi relativi a questa tecnica sono rilevanti: a fronte di una procedura piuttosto rapida, si ottiene una finitura estetica eccezionale, una durata incomparabile con altre tecniche e un’estrema resistenza alla corrosione.

Inoltre, la verniciatura a polvere assicura un minimo impatto ambientale, poiché oggi viene eseguita con prodotti in gran parte ecocompatibili.

Le caratteristiche principali della tecnica di verniciatura a polvere

La più importante distinzione tra la verniciatura a polvere e le altre tecniche è l’assenza di solvente nel colorante, in quanto si tratta di polveri sottilissime di materiale organico, resine e pigmenti. Un altro elemento molto importante di cui tenere conto riguarda le ottime doti di isolamento termico ed elettrico che questo tipo di verniciatura comporta.

Le vernici a polvere si suddividono principalmente in due categorie: le vernici termoindurenti e le vernici termoplastiche. Le termoindurenti sono le più usate, in grado di garantire un eccellente livello di resistenza e durata, mentre le termoplastiche sono costituite da sostanze che non si modificano con le variazioni di temperatura, per tale ragione vengono utilizzate nelle situazioni in cui sia necessario un livello di resistenza molto più elevato.

Quali materiali vengono trattati con la verniciatura a polvere

La tecnica della verniciatura a polvere riguarda principalmente gli oggetti e i semilavorati in metallo, i profilati per edilizia, i componenti per l’industria automobilistica e i complementi d’arredo in MDF e alluminio.

Ovviamente, non è un lavoro che si può effettuare con metodi fai da te, tuttavia, nel caso in cui si volesse verniciare a polvere un cancello, i mobili da giardino o altri oggetti adatti a questa tecnica, i costi sono relativamente contenuti.