Macchie bianche sui denti: perché compaiono e cosa fare

La presenza di piccole macchie bianche sui denti è un difetto molto comune, che può riguardare sia i denti permanenti che da latte, talvolta tendono ad attenuarsi spontaneamente, mentre in altri casi è necessario ricorrere ad un trattamento professionale.

Ma perché sono presenti queste macchie? Le ragioni possono essere diverse, anche se nella maggior parte si tratta di un eccesso di fluoro, tuttavia, se le macchie tendono a persistere, si raccomanda una visita dal proprio dentista di fiducia, per cercare di individuare la causa e procedere così con il rimedio ideale.

Quali sono le cause più comuni per le macchie bianche sui denti

In gran parte, le macchie bianche sui denti sono provocate da fluorosi, ovvero da un’assunzione esagerata di fluoro, che demineralizza lo smalto provocando macchie bianche e opache. L’assunzione del fluoro spesso è legata all’assunzione di integratori alimentari, generalmente in età infantile, la sostanza è comunque presente in molti dentifrici e collutori e talvolta nell’acqua corrente.

Per questo è molto importante, prima di somministrare fluoro ai bambini, consultare il proprio dentista di fiducia per stabilire il dosaggio, mentre per quanto riguarda i prodotti per l’igiene orale, è bene ricordare che non devono essere inghiottiti.

Spesso a provocare macchie bianche sui denti è un trauma, anche se avvenuto nei primi anni di vita, che si ripercuote sugli alveoli dei denti permanenti provocando anomalie o irregolarità.

Anche la carie, che di solito si presenta sotto forma di macchie molto scure, può provocare, in fase iniziale, piccole macchie biancastre causate dallo smalto compromesso.

Macchie bianche provocate da carenze alimentari

Talvolta le macchie bianche sui denti sono dovute ad una carenza di vitamina D, in quanto questa vitamina è fondamentale per la mineralizzazione delle ossa. Questo significa che, in caso di carenza, potrebbero comparire le macchie bianche sui denti.

Come rimediare alla presenza delle macchie bianche

Ovviamente, prima di prendere qualsiasi decisione, è importante stabilire con esattezza cosa abbia provocato, per poi individuare la soluzione ideale. In caso di carenze vitaminiche, sarà opportuno correggere la dieta o ricorrere ad un integratore, mentre per quanto riguarda gli aspetti estetici talvolta può essere sufficiente un trattamento di sbiancamento professionale dal proprio dentista per risolvere o comunque migliorare la situazione.

Nei casi più superficiali si può ricorrere ad un kit apposito, che permette di coprire le macchie non troppo evidenti, mentre se lo smalto risulta essere molto compromesso, il medico odontoiatra potrebbe consigliare l’applicazione di faccette o la ricostruzione.

Altre cause di macchie sui denti

La presenza di macchie chiare o più scure sui denti riguarda anche diverse altre situazioni, tra cui i naturali fenomeni di invecchiamento, un’igiene dentale scarsa e insufficiente, l’assunzione di alcuni farmaci e integratori alimentari, soprattutto se contengono ferro e Sali minerali, e l’utilizzo eccessivo di collutori e disinfettanti.

Per mantenere a lungo l’integrità dello smalto, oltre ad una corretta e rigorosa igiene, si raccomanda di chiedere consiglio al proprio dentista per la scelta di collutori e altri prodotti per l’igiene orale, e di informarli in relazione alle terapie farmacologiche in atto.